Il rifugio

Il rifugio Jervis riaprirà a breve con una nuova gestione. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il gestore Marco Pernechele, Presidente della Soc. Coop. MAGU al n. +39 351 4462553 o scrivendo a rifugioguglielmojervis@gmail.com

Il rifugio Guglielmo Jervis visto da una posizione sopraelevata.

ATTENZIONE – Il rifugio resterà chiuso per tutta la stagione estiva 2023 per lavori di ristrutturazione.Ci vediamo nel 2024!

 

Il Rifugio Guglielmo Jervis si trova in Valle dell’Orco al Pian del Nel a 2250 metri sul livello del mare ai piedi delle Levanne ed è raggiungibile solo a piedi. E’ una piccola struttura in pietra e offre servizio bar, ristorante e possibilità di pernottamento. Possiede un accesso abbastanza agevole dal fondo valle di Ceresole (circa 1:40 h di cammino), motivo per cui costituisce una classica meta delle gite estive. Il Rifugio è dedicato a Guglielmo Jervis, ingegnere, accademico del CAI e vicepresidente della sezione di Ivrea del CAI, che venne fucilato dalle SS a Villar Pellice il 5 agosto 1944. Il Rifugio Guglielmo Jervis era in origine una casermetta dell’esercito, realizzata in appoggio alle truppe nella zona di frontiera con la Francia. Dopo la guerra, la caserma fu data in gestione alla sezione CAI di Ivrea, che provvide a riadattarla. Il rifugio fu inaugurato il 21 luglio 1946.